4. Trasferisci obiettivi
Aggiunta di capitoli

Facendo clic sulla scheda “Destinazioni di trasferimento” si apre l’elenco delle destinazioni di trasferimento con i pulsanti necessari per creare, modificare, eliminare, clonare e ordinare le voci. Qui determini il formato di output e l’obiettivo del flusso di lavoro.

Nome: nome della destinazione del trasferimento.

Attivo: destinazioni di trasferimento attive contrassegnate da “*”.

Tipo: Tipo di trasmissione.

Condizione Globale: Condizione per il trasferimento del lavoro.

Condizione della pagina: condizione per il trasferimento delle pagine.

Descrizione: breve descrizione della destinazione del trasferimento.

4.1 Di base
aggiungi sezione

Utilizzare il modulo “Base” per configurare le impostazioni di base per la destinazione del trasferimento.

Target di trasferimento attiva: selezionando la casella di controllo si attiva la destinazione di trasferimento per il trasferimento del lavoro.

Nome: nome della destinazione del trasferimento.

Descrizione: breve descrizione della destinazione del trasferimento.

Autore: autore della destinazione del trasferimento.

Tipo: determina la forma in cui i dati vengono trasferiti durante il trasferimento:

  • Trasferisci immagini: BCS-2 salva le immagini del lavoro nella cartella dei file specificata in “Directory di destinazione”. Puoi specificare il formato dell’immagine tramite la scheda “Immagini”. Immettere la variabile per formare il nome del file nel campo “Nome file di destinazione”.
  • Crea PDF: durante il trasferimento del lavoro, BCS-2 crea un file PDF delle immagini. Memorizza le variabili per la denominazione delle pagine nella scheda “PDF”.
  • Crea MTIFF: durante il trasferimento, BCS-2 crea un file MTIFF.
  • Crea ZIP: BCS-2 crea un file ZIP.
  • Caricamento nel sistema MyBib eDoc: requisiti MyBib eDoc- Connector e flusso di lavoro. BCS-2 trasferisce i file su MyBib eDoc.
  • Carica sul sistema Medea 3: BCS-2 invia i file a un sistema Medea 3 definito.
  • Generare il formato di esportazione eL (Requisito flusso di lavoro eL): BCS-2 crea un contenitore ZIP con tutti i dati eL (immagini, metadati.XML, IWC-OCR-XML)
  • Esegui programma: gli script sono adatti per creare una varietà di formati di file, in particolare per l’output di metadati e dati OCR (METS/MODS, formati OCR, XML, TXT, CSV, ecc.).

Canale: nell’elenco a discesa sono disponibili i seguenti tipi di trasferimento:

  • normale trasferimento file system: BCS-2 salva le immagini nel formato desiderato nel file system. Immettere la directory di destinazione nel campo sotto l’elenco a discesa.
  • Trasferimento tramite FTP: carica i file su un server tramite FTP. La configurazione FTP viene effettuata nella scheda “FTP”.
  • Trasferimento tramite SFTP: carica i file su un server tramite SFTP. La configurazione SFTP viene eseguita nella scheda “SFTP”.
  • Invia e-mail: BCS-2 invia le immagini come allegato e-mail. La configurazione della posta elettronica avviene nella scheda “E-mail”.

Cartella di destinazione: per il tipo di trasferimento “trasferimento normale nel file system”, inserire qui la directory di destinazione.

Nome file di destinazione: immettere qui la variabile per i nomi dei file. Un clic sul pulsante “Default” accetta la variabile predefinita memorizzata in BCS-2.

4.2 Condizioni
aggiungi sezione

Tramite la scheda “Condizioni” si apre il modulo per la creazione di condizioni dipendenti dal lavoro o dall’indice della pagina. Queste condizioni devono essere soddisfatte durante il trasferimento affinché BCS-2 trasferisca un lavoro o le pagine di un lavoro. Nella parte superiore del modulo si specificano le condizioni per l’intera destinazione del trasferimento, nella parte inferiore per le singole pagine di un lavoro. Spuntando le caselle “Questa destinazione di trasferimento viene utilizzata solo se la condizione seguente è vera” e “ogni pagina viene utilizzata dalla destinazione solo se la condizione seguente è soddisfatta” si attivano i campi di input. Utilizza il pulsante “Procedura guidata” per richiamare l’assistente BCS-2, che ti supporterà nella creazione delle tue condizioni.

Condizioni globali per l’obiettivo del trasferimento:

Selezionare l’“Indice Lavori” nell’elenco a discesa di sinistra, che verrà confrontato con il valore da inserire nel campo di destra.

Dal secondo elenco a discesa, seleziona una delle seguenti condizioni:

  • è uguale a
  • non è pari a
  • parti con
  • finisci con
  • è più grande di
  • è meno di
  • è più grande o pari a
  • è minore o pari a

Condizione per ogni pagina (solo Professional, Modulo Index Suite): controlla se l’indice della pagina soddisfa la condizione.

4.3 Immagini
aggiungi sezione

Nel modulo Immagini, configuri i formati immagine per i diversi tipi di trasferimenti.

aggiungi automaticamente l’estensione corretta: BCS-2 aggiunge automaticamente l’estensione del file corrispondente al formato file selezionato al nome del file.

Questa opzione deve essere abilitata, altrimenti Windows non visualizzerà correttamente le immagini.

crea percorso per ogni immagine: BCS-2 crea automaticamente il percorso per ogni immagine.

crea MD5 hash per ogni immagine: il file hash MD5 per tutte le immagini di un lavoro viene creato e archiviato tramite una seconda destinazione di trasferimento.

Mascheramento e divisione

applica la divisione, se è impostata la linea di divisione: BCS–2 divide le immagini prima del trasferimento se è impostata una linea di divisione.

applica il mascheramento utilizzando solo il primo riquadro: BCS–2 ritaglia le immagini quando è presente una maschera o un’area su un’immagine.

applica multimascheramento: le immagini vengono tagliate prima del trasferimento se su di esse sono presenti una o più aree.

durante il mascheramento: mantieni l’immagine originale: durante il ritaglio, BCS-2 non sostituisce le immagini originali con quelle modificate, ma le trasferisce. L’originale è sempre nell’ordine prima dell’immagine modificata.

Formato immagine JPEG

creare immagini JPEG: BCS-2 visualizza le immagini come dati JPEG.

Qualità JPEG: determina la qualità delle immagini. Maggiore è la qualità, più dettagliato, ma anche più grande è il file immagine.

lascia le immagini bitonali in formato TIFF (compresso CCITT): BCS-2 memorizza tutte le immagini bitonali come immagini TIFF. Se questa casella di controllo rimane disabilitata, BCS-2 converte automaticamente le immagini binarie in immagini a 8 bit.

Formato immagine TIFF

creare immagini TIFF: BCS-2 salva le immagini come file TIFF.

mantieni Alpha-Channel durante l’archiviazione come TIFF (questo genera immagini TIFF a 32 bit): BCS-2 genera file TIFF a 24 bit anziché a 32 bit quando vengono salvati.

usa la compressione LZW: BCS-2 utilizza il metodo di compressione senza perdita LZW per comprimere i file TIFF.

Formato immagine JPEG 2000

creare immagini JPEG 2000: BCS-2 salva le immagini nel formato JPEG 2000.

Qualità JPEG 2000: imposta la compressione delle immagini. BCS-2 include due diversi toolkit software per l’elaborazione di immagini in formato JPEG2000: JasPer e OpenJPEG. Per impostazione predefinita, BCS-2 utilizza JasPer. Se attivi la casella “Utilizza la libreria OpenJPEG per creare immagini JPEG2000“, OpenJPEG sarà attivo. Le librerie si differenziano per l’utilizzo dei tassi di compressione da inserire:
JasPer: senza perdite = 100, cioè H. minore è il valore, maggiore è la compressione
OpenJPEG: senza perdita = 1, cioè H. maggiore è il valore, maggiore è la compressione

Nessun editing delle immagini, utilizzo diretto dell’immagine TIFF: velocizza enormemente l’elaborazione del lavoro.

Formato immagine PNG

creare immagini PNG: BCS-2 salva le immagini come file PNG.

comprimi immagini PNG: comprime le immagini PNG.

Ulteriori operazioni:

binarizzare, utilizzando la soglia delle pagine: quando si convertono immagini in scala di grigi o a colori in immagini bitonali, BCS-2 utilizza i valori di soglia memorizzati per le immagini (valore predefinito 128).

scala di grigi: BCS-2 converte immagini a colori e in bianco e nero in immagini in scala di grigi a 8 bit.

invertire: BCS-2 salva l’immagine con i colori dell’immagine invertiti.

Rotazione: BCS-2 ruota le immagini dei gradi selezionati dall’elenco a discesa:

  • non ruotare
  • ruotare di 90°
  • ruotare di 180°
  • ruotare di 270°

Ridimensionamento: sono disponibili le seguenti opzioni di ridimensionamento per le immagini dall’elenco a discesa:

  • non ridimensionare
  • scala a 100/200/300/400/500/600 dpi

Regola larghezza immagine: regola qui la larghezza dell’immagine, ad esempio per creare miniature:

  • non modificare la larghezza
  • imposta la larghezza su 50, 100, 150, ecc. px

Regola l’altezza dell’immagine:

  • non cambiare altezza
  • imposta l’altezza su 50, 100, 150 ecc. px

Tag TIFF o EXIF

Se la casella di controllo dei tag TIFF o EXIF è attivata, BCS-2 salva i metadati selezionati nell’elenco nel file TIFF. Per definire il contenuto del tag, aprire il modulo per la modifica del tag facendo doppio clic sulla voce dell’elenco.

Nella parte superiore del modulo inserisci la variabile per il tag. Configura le destinazioni di trasferimento all’interno di un lavoro, prova la tua configurazione facendo clic sul pulsante “Esegui”. Durante l’esecuzione del lavoro e quindi della destinazione del trasferimento, BCS-2 salva tutti i metadati selezionati nel file TIFF.

I valori dei tag vuoti fanno sì che il tag non venga scritto. Caso speciale DateTime: il valore impostato qui non ha alcuna importanza, poiché BCS-2 salva automaticamente un timestamp quando il tag viene attivato.

Elenco dei tag dei metadati (TIFF/EXIF)

TIFF:

  • (269) TIFFTAG_DOCUMENTNAME: nome dell’immagine del documento
  • (270) TIFFTAG_IMAGEDESCRIPTION: informazioni sull’immagine
  • (271) TIFFTAG_MAKE: nome del produttore dello scanner
  • (272) TIFFTAG_MODEL: nome/numero del modello dello scanner
  • (285) TIFFTAG_PAGENAME: nome della pagina da cui proviene l’immagine
  • (305) TIFFTAG_SOFTWARE: nome e versione
  • (306) TIFFTAG_DATETIME: data e ora di creazione “YYYY:MM:DD HH:MM:SS + zero char \0 (vorgegebenes Format!)
  • (315) TIFFTAG_ARTIST: creatore dell’immagine
  • (316) TIFFTAG_HOSTCOMPUTER: macchina in cui è stato creato
  • (700) TIFFTAG_XMLPACKET: pacchetto XML [Specifica Adobe XMP, gennaio 2004]
  • (33432) TIFFTAG_COPYRIGHT: stringa di copyright

EXIF:

  • (37500) Note del produttore
  • (37510) Commenti degli utenti

4.4 Trasferimento via e-mail
aggiungi sezione

Oggetto: riga dell’oggetto dell’e-mail. Utilizzando variabili di testo e di scripting, definisci un “oggetto” predefinito per ogni e-mail. È possibile richiamare l’oggetto predefinito tramite il pulsante “Default”.

Corpo: inserisci qui il corpo del messaggio per le tue email. È possibile utilizzare variabili di testo e di scripting. Il testo standard BCS-2 “Lavoro: $job.name$ e numero di pagine: $job.numPages$” può essere richiamato tramite il pulsante “Standard”.

Mittente/destinatario: inserisci qui il destinatario o il mittente predefinito.

CC/BCC: Destinatari che ricevono il messaggio in copia o “copia nascosta”.

Dimensione massima in MB: determina la dimensione massima consentita per un allegato in MB.

4.5 Impostazioni SFTP e FTP
aggiungi sezione

Nome host o indirizzo IP: nome del computer o indirizzo IP del server.

Porta: porta predefinita 22

Porta (solo FTP): consente la modalità passiva per questa connessione FTP.

Percorso: percorso base per il trasferimento. Inserisci la directory di destinazione nel modulo “Base” nel campo “Directory di destinazione”. Il nome del percorso completo deriva dal percorso di base e dalla directory di destinazione.

Usa file di chiavi: attiva l’autorizzazione tramite coppia di chiavi.

File di chiavi e Seleziona file di chiavi: fare clic sul pulsante “Seleziona file di chiavi” per selezionare il file di chiavi richiesto. Viene visualizzato nel campo “Keyfile”.

Tramite il pulsante “Seleziona” richiamare il modulo per il salvataggio delle immagini su un server SFTP.

Nella parte superiore del modulo “SFTP Browser”, inserite innanzitutto i seguenti dati per il server:

Host: il nome del computer o l’indirizzo IP della macchina.

Porta: (predefinita 22).

Passa alla modalità FTP: se si attiva la casella di controllo “Attiva modalità FTP”, BCS-2 utilizza una connessione FTP per il trasferimento.

File e cartelle

Nella parte inferiore della finestra di dialogo è ora possibile navigare fino alla cartella di archiviazione desiderata sul server. Le cartelle possono essere aperte facendo doppio clic.

Sotto la visualizzazione del file sono disponibili anche i seguenti pulsanti:

Visualizza come testo: visualizza il contenuto del file selezionato.

Apri: apre la cartella selezionata.

Scarica: scarica il file selezionato.

Test di connessione: BCS-2 testa la connessione al server.

Adotta le impostazioni dalla destinazione di trasferimento precedente: BCS-2 adotta le impostazioni della destinazione di trasferimento precedente.

4.6 PDF
aggiungi sezione

Utilizzare la scheda “PDF” per aprire il modulo per la configurazione del file PDF.

Nel campo “Descrizione pagina”, inserisci il nome delle singole pagine. Il valore predefinito è “Pagina $pagina.numeropagina$”. La costante “Pagina” e la variabile per il numero di pagina “$pagina.numeropagina$” danno come nome della pagina pagina 1, pagina 2, ecc.

Per creare più PDF da un unico lavoro, seleziona la casella “Crea più PDF”. BCS-2 genera file PDF utilizzando un indice di pagina o immettendo il numero di immagini contenute nel PDF.

Metadati PDF: tramite la scheda PDF, BCS-2 fornisce indici ai file PDF ricercabili creati con Tesseract o ABBYY, se necessario. Quando fai clic su “Modifica”, si apre un modulo in cui inserisci i seguenti metadati disponibili per Tesseract:

  • Titolo
  • Autore
  • Soggetto
  • Parole chiave
  • Applicazione

Per ABBYY è possibile utilizzare i seguenti metadati:

  • Autore (Contenuto.Autore)
  • Creatore (Contenuto.Creatore)
  • Parole chiave (Contenuto.Parole chiave)
  • Oggetto (Contenuto.Oggetto)

Per utilizzare gli indici per ABBYY, procedere come segue: In BCS-2 aprire la scheda “OCR” e selezionare “Imposta attributi OCR globali”.

Inserisci le espressioni corrispondenti nella sezione “Contenuto” dei campi corrispondenti. Per “Autore”, questo è “Contenuto.Autore”. Compila di conseguenza i restanti campi disponibili.

4.7 MTIFF
aggiungi sezione

Non sono necessarie impostazioni qui. Puoi effettuare tutte le impostazioni necessarie utilizzando i moduli “Immagini” e “Base”.

4.8 ZIP
aggiungi sezione

Cliccando sulla scheda “ZIP” si apre il modulo per la configurazione del file ZIP.

La configurazione a questo punto è necessaria solo se BCS-2 restituisce immagini importate invece delle immagini BCS-2.

L’importazione supporta le seguenti opzioni:

  • Selezione la “Cartella principale”
  • Casella di controllo “solo immagini”
  • Casella di controllo “ricorso”
  • Casella di controllo “pulisci”

Una o più destinazioni di trasferimento creano una struttura di file ed eventualmente sottodirectory, che BCS-2 poi comprime in un contenitore ZIP e invia alla posizione di destinazione, ad esempio tramite SFTP.

4.9 Formato di esportazione eL (solo Professional)
aggiungi sezione

crea dati OCR eL XML per ogni pagina: BCS-2 crea un file IWC OCR per ogni immagine. Pertanto, è necessario eseguire un’esecuzione OCR prima di attivare la casella di controllo.

utilizzare i dati OCR esistenti, se possibile (non viene eseguito alcun nuovo OCR per le pagine con dati OCR XML eL esistenti): BCS-2 prende i dati OCR adottati durante l’importazione di un contenitore eL e li genera. I dati OCR importati sono disponibili finché non si ritagliano nuovamente le immagini nel lavoro.

Espressione del numero di pagina: qui si definisce il numero di pagina nel file “Metadata.xml”. Predefinito: Pagina $page.nodeName$ – BCS-2 prende il nome della pagina dall’albero della struttura.

Modello nome immagine: a questo punto definisci il nome dell’immagine all’interno del file “Metadata.XML”.

Mappatura dell’indice per elementi o_info ed e_data

Se tutti i valori e_data sono registrati in una tabella chiave negli indici dei lavori, qui non è necessaria alcuna ulteriore configurazione. Se i dati
e_data vengono raccolti come indici individuali, eseguire la mappatura dell’indice nella parte inferiore del modulo.

 I nomi delle chiavi non devono contenere spazi!

Quindi utilizzare i pulsanti “Modifica” o “Modifica Importa” per definire le rispettive espressioni di importazione ed esportazione per la chiave.

 BCS-2 memorizza i valori o_info ed e_data in ordine alfabetico nel file Metadata.XML.

4.10 Scripting (solo Professional)
aggiungi sezione

Nell’ambito dei flussi di lavoro e delle destinazioni di trasferimento configurate nel flusso di lavoro è possibile utilizzare tra l’altro lo “scripting”:

  • Per creare file in diversi formati (es. PICA, C3+, Marc21-XML)
  • La query dei metadati di varie reti, cataloghi e GND
  • Per interrogare i dati di configurazione

BCS-2 Professional include una serie di JavaScript, la cui descrizione è disponibile nei nostri manuali. Sono possibili anche sviluppi interni, ma per essere inclusi nell’elenco a discesa “Selezione di un modello JS”, devono essere salvati nella seguente cartella BCS-2 Professional: C:ProgramDataImageWareComponentsBCS2_V6_64js.

Utilizza l’elenco a discesa “Seleziona un modello JS” per selezionare uno script predefinito, che puoi trasferire all’editor per ulteriori modifiche facendo clic sul pulsante “Inserisci modello JS”. Non tutti gli script disponibili possono essere utilizzati senza modificare il codice. È necessario adattare questi script a diverse configurazioni e ambienti di sistema (ad esempio, query del proprio catalogo).

 Qualsiasi supporto necessario per l'utilizzo, l'adattamento e la ricreazione degli script è soggetto a pagamento. Non è coperto dal contratto di manutenzione e assistenza.